Feb 8, 2005
948 Views
0 0

Nel sole nel sale nel Sud

Written by

Mezzogiorno si trascina tra l’odor di pesce fritto nelle strade
mani d’ebano incollate da una vita sul volante di un taxi
magro come un chiodo gli occhialetti di metallo scarpe gialle e blu
naso a nodo di cravatta i polsi di bambù

quando venne al mondo non ci fu nessuno che lo stesse ad aspettare
è cresciuto in fretta con due occhi svelti senza una precisa età
cicatrici sulle spalle dove le ali non ricresceranno più
l’anima profonda come i fiumi di quaggiù di quaggiù

e lo vedi non ride non parla di se
non guarda non chiede non sa
se è nato per strada in mezzo al caffè
o al centro del Maracanà

traffico disperazione attesa rabbia nostalgia rassegnazione
da portare a spasso gratis tutti i santi giorni per le vie di Rio
ma il tassametro ora dorme e l’alba gli regala una canzone che
fa dei suoi capelli crespi neve e lui è un re lui è un re

e lo vedi ballare lontano da qui
sul filo dei tetti più su
e c’è un’autostrada per il suo taxi
nel sole nel sale nel sud
e c’è un’autostrada lontano da qui
nel sole nel sale nel sud

Article Categories:
Solo · Testi

Leave a Comment