Mar 7, 2008
358 Views
0 0

Sicurezza stare insieme divertendosi

Written by

Un video con Alex Britti e Stefano Di Battista in sala prove apre un pomeriggio di musica e spettacolo che vede alternarsi sul palco artisti del calibro di Claudio Baglioni, Negramaro, Fiorello, Dado, Amedeo Minghi. Insieme a loro tanti altri noti personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport si sono riuniti per dire “No al bullismo e sì all’integrazione e al rispetto verso se stessi e verso gli altri”. Questo lo scopo della 3^ edizione dell’iniziativa “Una nota di sicurezza” organizzata dalla Polizia di Stato in collaborazione con il ministero della Pubblica Istruzione e dedicata a oltre 3 mila ragazzi di tutta Italia.

In mezzo ai ragazzi provenienti da Palermo, Locri, Pianura, Napoli e da tutto il resto d’Italia c’è anche il capo della Polizia Antonio Manganelli seduto vicino al suo compagno di banco, oggi professore Sabino La Sala, di quando andava al liceo classico “Pietro Colletta” di Avellino. “La musica è un modo diretto e originale per parlare ai giovani” – ha detto il prefetto Antonio Manganelli. “Qui stasera ci sono ragazzi di tutta Italia e anche ragazzi impegnati nel sociale. Ci sono i ragazzi di “Addio pizzo” di Palermo e quelli di “E adesso ammazzateci tutti” di Reggio Calabria; ragazzi che hanno un messaggio da portare avanti e noi cerchiamo di stare con loro”.

“Godetevi la vita oggi, nella legalità e nella serenità”

“Si diventa grandi e bisogna farlo serenamente cercando di andare d’accordo con un sacco di gente. Bisogna cercare di vivere senza violenza, senza arroganza anche se può sembrare un’utopia”. Dopo il messaggio-video di Alex Britti, Paola Saluzzi – ormai madrina per eccellenza dell’iniziativa di cui è presentatrice insieme a Marco Baldini – annuncia Claudio Baglioni. Boato in sala. Il cantautore romano dedica ai ragazzi un medley di alcune delle sue canzoni più famose seguito dal costante coro dei tremila studenti presenti in sala ai quali dice: “Il futuro è la parte più bella della nostra vita”.

Lo show prosegue e salgono sul palco anche Fiorello e Baldini che scherzano, improvvisano, si divertono e – accompagnati alla Banda musicale della Polizia di Stato diretta dal maestro Maurizio Billi – intonano “I migliori anni della nostra vita” di Renato Zero. E, proprio ribadendo il fatto che questa è l’età, più bella Fiorello conclude: "Godetevi la vita oggi, nella legalità, nella serenità e rispettate sempre la famiglia che è un punto fermo della vostra vita”.

Dado e i Negramaro: entusiasmano la platea

Sul palco il cabarettista Dado scatena l’entusiasmo dei ragazzi, un entusiasmo che esplode ancora di più quando Paola Saluzzi annuncia l’arrivo dei Negramaro. A dare un segno del loro appoggio all’iniziativa erano presenti Giuliano e Lele che hanno cantato alcuni dei loro brani più noti augurando ai ragazzi presenti in sala di poter esser fortunati quanto loro: un gruppo di amici che è riuscito a realizzare il sogno che aveva.

Nell’arco del pomeriggio di musica e spettacolo sono saliti sul palco anche la campionessa Fiona May, attrice nella fiction tv “Butta la luna” contro i pregiudizi e il razzismo, Giancarlo Magalli, Luca Barbareschi, Marco Mazzocca e il gruppo musicale emergente dei “La Scelta”. Tutti gli artisti hanno partecipato all’iniziativa con grande entusiasmo, e a titolo gratuito, portando la loro esperienza. E dopo “I ragazzi di Scampia” la Banda musicale della Polizia di Stato ha intonato, con tutta la platea in piedi, l’Inno nazionale cantato con passione da tutti, compresi i 3 mila studenti d’Italia, molti dei quali con la mano sul cuore.

Fonte: www.poliziadistato.it 

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *