Nov 11, 2003
559 Views
0 0

Sanremo? Ora per me sarebbe una retrocessione

Written by

IL CANTAUTORE DA COSTANZO E IL DIBATTITO SULLE DROGHE LEGGERE Baglioni: «Sanremo? Ora per me sarebbe una retrocessione» Roma. «Partecipare a Sanremo? Per me ora sarebbe una retrocessione», così Claudio Baglioni taglia corto su una sua possibile partecipazione al festival: lo fa durante lo speciale del «Maurizio Costanzo Show», in onda ieri sera su Canale 5. Per il cantautore romano Sanremo è al centro di «troppi interessi» e per risollevarlo dai problemi che lo affliggono «ci vorrebbe Leonardo Da Vinci o Einstein». «Mi hanno anche chiesto di presentarlo» aggiunge. «ma per fortuna l’idea è stata sventata. E poi non potrei mai tradire il mio santo, San Felice da Cantalice», aggiunge ironico riferendosi al paese dove si esibì all’inizio della sua trentennale carriera. Interpellato a margine della registrazione, Baglioni affronta anche il problema della defezione della Fimi al prossimo festival: «La discografia ha un’occasione per imporsi all’attenzione denunciando i tanti guasti e problemi che rendono l’industria del disco così povera e sottovalutata. La situazione attuale non è facile anche perché Sanremo ha preso le dimensioni di un appuntamento extra-musicale, è diventato una grande commedia nazionale. Non so cosa faranno, serve un atto di coraggio. Non vorrei essere nei panni degli organizzatori, perché Sanremo mostra una certa stanchezza, ed è un cavallo in corsa difficile da fermare». Il cantautore ha anche criticato chi firma appelli a favore della liberalizzazione delle droghe: «La musica e chi la rappresenta ha grandi responsabilità riguardo al problema dell’assunzione delle droghe. Un tempo si sosteneva che la droga aiutasse la creatività, a volare, a essere meno borghesi. Ma invece tutto questo ha portato a grandi drammi. Questo bisognerebbe dirlo, anche rispetto alle sanzioni, mentre per chi spaccia la colpa è la stessa, e la criminalità se ne avvantaggia. Sono contrario alla sballo: si può essere energetici anche senza mettere a repentaglio la propria vita e quella degli altri». Il tour di Baglioni parte il 21 novembre da Torino. Il 2 febbraio sarà a Caserta.

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment