Nov 27, 2005
1787 Views
0 0

Recensione di L’ultimo omino

Written by

La vita di un uomo è come un videogioco. Si affrontano livelli, ostacoli, cattivi ed è difficilissimo vincere la lotta finale. Ma ogni uomo, così come l’omino del videogioco, deve battersi con tutte le sue forze per eliminare i cattivi che ha conosciuto nella sua vita e per cancellare delitti e violenze. Il ritornello è quasi un esortazione a dare il meglio per vincere la nostra battaglia ed è ricco di giochi di parole (battiti combattiti…..abbatti i rettili corrotti) (….dentro un giubbotto e poi giù botte, su quei rottami di vite rotte….). E’ una continua lotta contro i cattivi e i prepotenti, le strofe di questa canzone sono come i livelli nel videogioco. La lotta finale (welcome to the fight of life) è preceduta da una musica solenne, e l’omino dà il meglio di se (con il pulsante del tuo cuore poter salire oltre il dolore….), ma alla fine anche l’ultimo omino perde la sua partita e il gioco finisce. Ma l’esortazione a batterci contro i prepotenti vivrà sempre. Anche la musica sembra quella di un videogioco, ed è appropriata la frase tratta dal film “Blade Runner” (il film preferito da Claudio) alla fine della canzone. Sicuramente non è una canzone molto popolare, ma il suo contenuto ci deve far riflettere, affinché anche noi un giorno vinciamo la nostra partita.

Recensito da: Marco Cucaio

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment