Feb 28, 2006
661 Views
0 0

Lezioni di vita secondo Baglioni

Written by

Il cantante Claudio Baglioni è intervenuto alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico universitario 2005-2006 a «La Sapienza». L’artista si è laureato due anni fa in architettura e oggi ha confessato di essere orgoglioso e felice di partecipare ad una cerimonia «ortodossa» perchè convinto, proprio a fronte delle sue esperienze di vita e di una carriera gratificante ma oltremodo difficile, che «gli esami non finiscono mai, soprattutto in un momento in cui i meriti non esistono più e tutti cercano corsie preferenziali» ha confessato. Ha poi continuato citando Aristotele: «L’albero della conoscenza ha radici amare ma i frutti sono dolcissimi» – come introduzione alla lettura di un brano dell libro «Novecento» di Alessandro Baricco. Dopo essersi cimentato nel testo ha aggiunto: «Dobbiamo trovare il nostro pianoforte di ottantotto tasti, perché ciascuno possa imparare a suonare il proprio strumento per il più grande dei concerti».

Questo è stato l’augurio fatto da Baglioni ai ragazzi prima di spendere delle parole anche per la Capitale. L’artista ha considerato infatti che Roma sta crescendo dal punto di vista architettonico, anche se, come ha sottolineato, ritiene che le altre capitali europee hanno fatto passi da gigante a livello di architettura contemporanea. Facendo riferimento alla sua tesi sul restauro, si augura così che si possa presto intervenire sulle zone periferiche che sono state nel tempo brutalizzate. E.S.

Fonte: Il Tempo

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment