Nov 26, 2003
614 Views
0 0

Il pasticcio del Mazda Palace

Written by

Giallo risolto: usata per errore la mappa dei posti di un altro show. Il cantautore potrebbe tenere un nuovo concerto. Esposto contro ignoti del produttore di Claudio Baglioni. Un grossolano errore ha rovinato, l’altra sera, la festa al Mazda Palace nel nome di Claudio Baglioni. Anzi, un pasticciaccio brutto: biglietti venduti (a caro prezzo) per posti fantasma. Posti introvabili, dunque virtuali. Numeri, file e settori scritti sul tagliando ma senza un riscontro sugli spalti e nel parterre del palazzetto di Fiumara. «In realtà – spiegano alla "Duemila Grandi Eventi", la società che ha organizzato lo spettacolo – i posti c’erano, tant’è vero che sono stati venduti 5.754 biglietti (più 273 omaggi e 30 pass per stampa e invitati) contro una capienza autorizzata di 6.541 spettatori». Già, ma in molti sono diventati matti a cercare il posto indicato sul biglietto. Alla fine un gruppo di fan si è seduto sul palco mentre nell’arena esplodeva una salva di fischi.. E ieri Massimiliano Savaiano, amministratore della società Bag che produce il tour di Baglioni, ha presentato un esposto contro ignoti «affinché le autorità competenti accertino eventuali responsabilità». La Bag sta inoltre valutando la possibilità di inserire una nuova data per il pubblico genovese. «Mi sono seduta in prima fila perché del mio posto non c’era traccia», dice Paola Lupi, assistente della polizia stradale, che al concerto ha sfidato a muso duro gli stessi colleghi poliziotti. Cosa è accaduto? L’origine del caos è da ricercare a monte. Nella fase di prevendita dei biglietti, con sistema elettronico, da parte dell’agenzia TicketOne. Secondo gli organizzatori, i biglietti computerizzati sono stati emessi sulla base di una mappa dei posti riferita a Notre Dame de Paris, e quindi vecchia e superata. Un esempio? Il settore "Tribuna centrale" era diventato "Tribuna est bassa". Chi lo sapeva? Pochi. «Chiamo i carabinieri se non mi fate sedere», gridava l’altra sera Amelia Vardi agitando un biglietto (prezzo 36,50 euro) per la "Tribuna laterale Est Alta". Dov’è? «Boh», hanno risposto uno dopo l’altro gli addetti di sala. Ognuno per sé nella bolgia del nuovo palasport, a pochi minuti dallo show. Risultato: il Mazda Palace non ha retto al primo, vero concerto da grandi numeri.

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *