Mag 12, 2006
475 Views
0 0

Gli altri di Claudio Baglioni

Written by

Dopo le 300mila copie del primo triplo CD, Claudio Baglioni replica raccogliendo altre 48 canzoni, con tre inediti e Va, inno dei Giochi Olimpici di Torino. Ecco la raccolta del meglio della produzione del cantautore: "Canzoni lasciate in disparte, brani che non si fermano in superficie ma scendono in profondità"

"Gli altri (tutti qui)" è uscito da pochi giorni ed è già record per Claudio Baglioni. Dopo la prima antologia "Tutti qui", uscita a novembre 2005, 300.000 copie vendute e 17 settimane di permanenza nelle hit parade, l’artista torna con la seconda collezione, il triplo cd, nei negozi dal 31 marzo scorso. I sei cd raccolgono il meglio della produzione del cantautore che non si aspettava un successo così, soprattutto per il secondo cofanetto.

«In questa ultima collezione», spiega Claudio, «ci sono canzoni lasciate in disparte, che non hanno lasciato il segno al primo ascolto, ma che hanno mandato segnali più sfumati nel tempo. Brani che non si fermano in superficie ma scendono in profondità, per poi restarci e regalarci emozioni diverse. Motivi che rendono questa seconda collezione più preziosa della prima».

Il repertorio di Claudio Baglioni dal 1967 ad oggi è arricchito con brani inediti come Va, inno ufficiale dei XX Giochi Olimpici Invernali, nella versione con orchestra e cori; Se la ragazza che avevi registrata da Claudio nel 1967; Amore amore un corno, scritta per Mia Martini nel 1971 e ultimo Una storia normale, primissima versione del brano inciso da Gigi proietti nel 1975 con il titolo Me so’ magnato er fegato. Un’occasione imperdibile per ascoltare sette ore di grandi successi del cantastorie dei giorni nostri.

Fonte: www.panorama.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *