Lug 5, 2007
811 Views
0 0

Gianluca, genio della batteria

Written by

Gianluca Pellerito, prima di imparare a leggere, sapeva già suonare tamburi e piatti del padre. Musicista autodidatta, a nove anni ha partecipato per la prima volta a Umbria jazz. A settembre sarà la guest star del concerto di Claudio Baglioni a Lampedusa. E si è appena esibito con l'orchestra jazz del Brass Group nello Spasimo di Palermo. E lo guardavano tutti, piccolo genio che lancia le bacchette in aria e sorride, mostrando l'apparecchio per i denti. Perché Gianluca, palermitano, ha solo 13 anni, ma è già in grado di suonare la sua batteria come un artista consumato.

Tifoso del Palermo, gli piacciono i videogiochi e la compagnia degli amici ma ha già le idee chiare: "Amo la musica, ma non ho intenzione di tralasciare lo studio e gli amici, che sono i miei primi fan. Ho conseguito la licenza media con 'distinto' e dopo l'estate frequenterò il primo anno del liceo classico. Suono spesso jazz – dice – ma in realtà preferisco il funky jazz e latin jazz, li trovo più piacevoli".

E' grazie all'incontro con il maestro e batterista Gianni Cavallaro, che Gianluca ha scoperto lo studio della batteria. Oggi il suo maestro è Giuseppe Urso, batterista di fama nazionale. A otto anni Gianluca è entrato nel circuito della Berklee College of Music di Boston, tra le più importanti e autorevoli scuole di musica del mondo, dove ha seguito i seminari di composizione e arrangiamento del direttore Larry Monroe.

Nel 2002 esordisce sul palco di Umbria Jazz con un ensemble della Barklee diretta dal maestro Dave Clark. Grazie a questa esibizione viene invitato a frequentare il prestigioso "Perugia Classico", corso di formazione che si tiene nel conservatorio della città umbra. Al suo ritorno a Palermo, ad appena nove anni si esibisce al Teatro Massimo in occasione di una serata di beneficenza organizzata dal Rotary Club. E così via, da un concerto a un altro, fino al 2006, quando Gianluca viene chiamato da Rossano Gentili leader dei "Dirotta su Cuba" come special guest in occasione del concerto live di Modena.

"Il 2008 sarà un anno molto importante per Gianluca – dice il padre Giovanni – ma in famiglia viviamo tutto questo come un gioco, senza tensioni e stress. La musica è una sua grande passione, ma non è tutto". Lunedì 9 luglio, alla Tonnara Bordonaro, Gianluca si esibirà con Orazio Maugeri, Giuseppe Milici e la sezione ritmica dei Tinturia.

Fonte: www.repubblica.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment