Mag 17, 2006
826 Views
0 0

Compleanno di Claudio Baglioni

Written by

(AGE) ROMA – Centouno anni in due: Fiorello e Claudio Baglioni, come da tradizione negli ultimi anni, hanno spento insieme le candeline sulla torta di compleanno, in diretta a ‘Viva Radio 2”, per la gioia dei fortunati fan ammessi nella sala A di via Asiago a Roma. Per Fiorello gli anni sono 46, 55 per Baglioni. Il regalo più bello Fiorello l’ha ricevuto da Carlo Azeglio Ciampi, nel suo primo giorno da ex presidente della Repubblica. "Caro Fiorello, ti chiamo per farti gli auguri. Oggi diventi più vecchio: fai ben 46 anni…" è l’esordio di Ciampi al telefono in diretta. "Lei sarà per sempre il nostro presidente", risponde Fiorello, aggiungendo: "Lo sa che io le voglio proprio bene?". E Ciampi, "lo so, lo so caro Rosario". La sorpresa lascia senza parole Fiorello che in questi anni ha fatto dell’imitazione di Ciampi uno dei suoi cavalli di battaglia più riusciti e che annovera tra i suoi numerosi fan proprio Ciampi e la signora Franca, come da loro ammesso tempo fa. Oltre che a Fiorello e Baglioni, il 16 maggio ha dato i natali a Laura Pausini, Jack Nickolson, Janet Jackson, Niccolo Fabi e Dolcenera, ricordati nel corso della trasmissione.

Per questa puntata-evento la sede Rai di via Asiago è stata presa d’assalto. Anche una volante della polizia si è posizionata, per ragioni di sicurezza, all’angolo del palazzo su via Oslavia. Parenti ed amici hanno "scortato" Fiorello e Baglioni, insieme ad una folla di ammiratori di età eterogenea accorsi da mezza Italia. E Fiorello ha dato voce,m come di consueto, al presidente Napolitano, allo smemorato di Cologno (Berlusconi), al sempreverde Mike Buongiorno, ad Oliviero Toscani e ad Antonio Cassano.

Claudio Baglioni, ormai avvezzo alle improvvisazioni e ai giochi di Fiorello, si è fatto coinvolgere in un duetto sulle note di ‘Vattene amore’, canzone cantata a Sanremo da Mietta e Amedeo Minghi, intervenuto subito dopo al telefono per aggiungersi al coro di auguri. L’imitatrice Gabriella Germani si é cimentata con gli "esercizi di stile" di Raymond Queneau, nella traduzione di Umberto Eco, provando a raccontare uno stesso episodio con le voci e i modi di Asia Argento, Monica Bellucci nella versione più impostata,Monica Bellucci in chiave ruspante col suo accento umbro, e Anna Oxa. La Germani ha poi accennato una novità, l’imitazione di Alessandra Mussolini.

Claudio Baglioni non si è tirato indietro neanche quando Fiorello gli ha chiesto di cantare "Che bella la vita", brano esilarante degli emergenti Tiri al Piattello, prima di trasformare, "Strada facendo" in "Vitti na crozza", canzone tipica siciliana che nella traduzione vuol dire "Vidi un teschio". Finale di ‘Viva Radio 2’ sulle note del successo di Baglioni "La vita è adesso". Brindisi, applausi, flash e una cascata di regali. (AGE)

Fonte: www.agenews.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment