Feb 27, 2006
442 Views
0 0

Claudio Baglioni cita Aristotele

Written by

(ANSA) – ROMA, 27 feb – Ha citato Aristotele (”L’albero della cultura e della conoscenza ha delle radici amare ma i frutti sono dolcissimi”), letto un brano del libro ‘Novecento’ di Alessandro Baricco e si e’ augurato che ognuno trovi ”il proprio pianoforte, per imparare a suonare, tutti insieme, il piu’ bello dei concerti”. Il dottore in architettura Claudio Baglioni, laureato due anni fa dopo oltre 30 anni di canzoni, e’ intervenuto chiudendo la cerimonia di inaugurazione dell’ anno accademico dell’ Universita’ ‘La Sapienza’ di Roma, con 150 mila tra studenti e professori.

Parlando con i giornalisti, Claudio Baglioni ha spiegato di aver ”piacere” di partecipare a una cerimonia ”ortodossa” perche’ ”sono convinto che gli esami non finiscono mai e cio’ va sottolineato in un momento in cui la meritocrazia non esiste piu’ e tutti cercano corsie preferenziali”. Baglioni ha aggiunto che ”bisogna studiare tutta la vita, anche quando non si studia piu’. Quello che l’architettura esprime e’ molto vicino alla musica”.

Su Roma ha sottolineato che ”sta facendo passi in avanti verso una nuova possibile architettura. Vorrei vedere molto di piu’, perche’ basta girare le altre capitali europee per vedere quanto c’e’ di piu’ a livello di architettura contemporanea”. Riferendosi insieme alla sua tesi sul restauro e alla riqualificazione della memoria industriale, Baglioni si e’ augurato che vengano ”ridate nuove piazze alle citta’ e che vengano fatti interventi sulle periferie molto spesso brutalizzate”. (ANSA).

Fonte: www.ansa.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *