Set 29, 2006
660 Views
0 0

Bertinotti scrive a Claudio Baglioni

Written by

Il Presidente della Camera dei deputati, Fausto Bertinotti, ha inviato un augurio a Claudio Baglioni per la manifestazione O'Scia', che si terra' da oggi al 30 settembre a Lampedusa e che ha suscitato commenti di segno opposto rimbalzati nelle cronache nazionali. Per la quarta edizione della manifestazione, Baglioni e' stato infatti attaccato da destra (AN) e difeso da sinistra.

Per rispondere alle polemiche il cantautore ha scritto una lettera sul Corriere della sera del 24 agosto, spiegando: "Non sono un politico, non sono un economista, non sono uomo di governo. Sono un musicista. Non spetta a me individuare certe soluzioni. Non ne ho gli strumenti, né il ruolo. Quello che posso fare – e faccio – è sollecitare una riflessione, sottolineare un’urgenza, richiamare a una assunzione di responsabilità".

L'obiettivo delle tre serate, gratuite e aperte a tutti, di musica dal vivo sulla spiaggia della Guitgia a Lampedusa – spiegava Baglioni – "è semplice e non accetta censure: invitare Istituzioni, forze politiche, media e opinione pubblica a non trascurare l’emergenza immigrazione clandestina e a unire intelligenze ed energie per individuare ipotesi di soluzione".

Nella lettera Baglioni sottolineava di non avere colori o bandiere, "semplicemente in nome del bisogno che questa nostra umanità ha di darsi più umanità. Mi permetto di sfruttare la visibilità che la mia condizione privilegiata mi concede per chiedere alla politica di fare ciò per cui è nata: affrontare e, possibilmente, risolvere i problemi e concorrere a costruire un mondo migliore…"

"In questa vicenda – concludeva l'artista – sto dalla parte dei dimenticati. I lampedusani: da sempre italiani di serie B, dei quali ci ricordiamo solo durante la dolorosa stagione degli sbarchi. E il popolo, senza passato e senza futuro, delle carrette delmare. Mi piacerebbe davvero che, di fronte a un dramma di questa portata, ci scoprissimo capaci di mettere da parte le divisioni e capaci di unire sforzi, intelligenze, energie per approdare a soluzioni per una prospettiva migliore. Per il futuro di chi c’è e per quello di chi arriva".

Bertinotti ha scritto a Baglioni che "L’isola di Lampedusa ha conosciuto negli ultimi anni i tratti più dolorosi e disumani del fenomeno dell’immigrazione, divenendo simbolo di un’emergenza umanitaria cui le Istituzioni e la politica, in Italia come in Europa, faticano ancora a rispondere in modo adeguato" ed ha mostrato grazie ai suoi abitanti episodi della tipica accoglienza mediterranea.

Il presidente della Camera ha sottolineato che l’immigrazione e' "un universo complesso, che ci richiama alla responsabilità di moltiplicare gli sforzi per combattere il traffico criminale di vite umane che umilia ed offende la dignità di tanti migranti e di costruire, al tempo stesso, una società più aperta, in grado di cogliere la grande ricchezza del confronto tra culture, credi e tradizioni diverse".

Fra i tanti artisti partecipanti alla manifestazione, Francesco Baccini, Loredana Berte', Cochi e Renato, Luisa Corna, Khaled, I Fichi D'India, Amedeo Minghi, Nair, Neri Marcorè, Pablo e Pedro Pago, Raf, Massimo Ranieri e Alan Sorrenti.

Fonte: http://www.osservatoriosullalegalita.org/

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment