Mar 3, 2006
767 Views
0 0

Baglioni e Mogol contro l’iva cd

Written by

(ANSA) – Claudio Baglioni e Mogol appoggiano l’ iniziativa della Sony Bmg che, da venerdi’, applicherà uno sconto del 16%, pari alla differenza tra l’aliquota Iva applicata sul disco (20%) e quella dei prodotti culturali (4%), su alcuni dei propri prodotti.

L’iniziativa – spiegano da Sony Bmg – nasce non solo a favore dei consumatori, ma anche per sensibilizzare il legislatore sull’ opportunità che l’Italia faccia del disco un prodotto culturale assoggettato all’Iva del 4% invece del 20%, equiparando l’aliquota a quella già applicata, per esempio, agli spartiti e ai libri. "Anche io ho aderito all’iniziativa – dice Claudio Baglioni, uno dei tanti artisti che partecipano alla proposta rinunciando ad una parte dei propri compensi – credo che sia importante riportare l’attenzione degli organi istituzionali e del pubblico su questa palese contraddizione che penalizza la fruizione dei dischi e la cultura italiana". Per dirla con Mogol "la musica è cultura e deve essere resa accessibile a tutti: ho deciso di partecipare a questa campagna in prima persona, perché ritengo – dice il grande paroliere – che sia importante dare un segnale forte non solo a parole, ma concretamente, nei fatti".

Da venerdi’ e per tutto marzo i cofanetti SonyBmg più richiesti dal mercato, composti da 3 Cd, costeranno 24 euro e 90 anziché 29 euro e 90. Diciotto i titoli proposti, tra cui ‘Tutti qui’ di Baglioni, ‘In direzione ostinata e contraria’ di De André, ‘Canzoni al massimo’ di Vasco Rossi, ‘Le avventure di Lucio Battisti e Mogol’. Per tutto aprile, poi, una selezione di 18 titoli passerà dal prezzo di 10 euro e 90 a un prezzo di 8 euro e 90 euro. Nel mese di maggio sarà la volta di 30 cd doppi, che costeranno 15 euro e 90 invece di 19 euro e 90.

Fonte: www.ansa.it

Article Categories:
Notizie

Leave a Comment